Delirium tremens con Diana instant back!

21 Set

Oramai credo che sia chiara a tutti la mia passione per le foto psichedeliche. Così l’altra sera, per provare il mio ultimo acquisto dell’estate, ovvero la Diana F+ e l’instant back, ho fatto alcune foto ai miei amici che si prestavano decisamente alla situazione piuttosto surreale in cui ci trovavamo: un concerto di fine estate sponsorizzato dal Campari. Potete tutti immaginare come sia andata a finire.

Della Diana F+ ne parlerò prossimamente dedicandole interamente un post; oggi voglio parlarvi invece dell’instant back che mi aveva incuriosito parecchio vista la mia passione per la fotografia istantanea unita a quella per la lomografia. Ebbene, devo dire una cosa: mi ci sono divertita parecchio, e non solo a causa del Campari! Il punto è che questo dorso combina perfettamente il piacere di fare e di vedere immediatamente il risultato di una doppia esposizione, specialmente se fatta con il falsh colorato. L’unica nota negativa è l’errore di parallasse, con cui bisogna prendere un po’ la mano; ma andiamo con ordine.

Ho comprato il dorso istantaneo per la Diana approfittando degli sconti che la Lomography ultimamente sta facendo. In promozione, c’era anche un pacco di pellicole in omaggio: le Fuji instax mini. La cosa particolare è sicuramente il formato di queste pellicole, grandi quanto una carta di credito. Sono le stesse pellicole che si possono usare nelle macchine Fuji Instax ed hanno un’ottima resa, a volte anche troppo perfetta per me, abituata ormai ai casuali risultati delle pellicole Impossible. Combinate invece con la lente in plastica della Diana, danno un effetto più lo-fi, proprio come piace a me.

Dopo aver messo le batterie CR2, il dorso si monta in questo modo, ricordandosi di posizionare la lente aggiuntiva, come fa il buon Kai:

La lente aggiuntiva permette di modificare la lunghezza focale della Diana F+ di 12mm e di trasformare la sensibilità delle pellicole Instax Mini da 800 ISO a 400 ISO (1 stop o EV), per non avere grossi problemi di esposizione. Per il resto, non si deve far altro che scattare normalmente, scegliendo i tempi e i diaframmi della Diana. Quando avete deciso che la foto è pronta, accendete il dorso e fate uscire la foto, premendo il tasto. Quella sera avevo con me anche il flash con le mitiche gelatine colorate che cambiavo all’occorrenza. Beh, le foto parlano da sole, secondo me:

Quest’ultima è quella più significativa, secondo me. Veramente lisergica, da delirium tremens. Tra l’altro è stata l’ultima foto del pacco.

Come si può vedere, le foto non sono sempre centrate alla perfezione. A causa del cosiddetto errore di parallasse, bisogna considerare il fatto che l’obiettivo è spostato rispetto al mirino e soprattutto che la porzione della foto è molto più piccola rispetto al normale. Dunque, bisogna fare attenzione per evitare soggetti con parti tagliate.

Naturalmente il dorso può essere usato con tutti gli accessori della Diana, come il fisheye, le lenti close-up e wide, ecc, ecc (sono tantissimi) per sbizzarrirvi come vi pare. C’è anche il foro per il treppiede per le lunghe esposizioni in posa B; altrimenti due simpatiche alette si possono aprire all’occorrenza per sistemare bene la Diana che, con tutto l’accrocco, si sbilancerebbe. A differenza dell’instant back della Holga, il dorso della Diana non ha la darkslide per preservare le foto rimanenti se si decide di rimuoverlo e usare la macchina normalmente. Una volta montato, infatti, dovete necessariamente completare le 10 foto del pacco.

Il prezzo del dorso è di 79 euro. Sempre un po’ sopra le righe, ma con gli sconti e coupon, si possono a fare affari. O forse sono io che ho le mani bucate ultimamente, mannaggiammè. Il prezzo delle pellicole Fuji Instax mini, invece, si aggira intorno ai 10-12 euro al pacco (con 10 pose) ma su ebay si può fare scorta pagandole anche 6-7 euro.

Buon divertimento istantaneo!

Advertisements

28 Risposte to “Delirium tremens con Diana instant back!”

  1. Davide settembre 21, 2011 a 3:27 PM #

    davvero psichedeliche le foto 🙂 devo provare a bere prima un pò di Campari 🙂
    L’unica pecca, è davvero il prezzo altino… ciao!

    Mi piace

  2. Lu settembre 21, 2011 a 3:48 PM #

    bella|belle!!!

    accipicchia pero’ sti prezzi fra lomo e impossible fanno a gara uffa!

    Mi piace

  3. tsing82 settembre 21, 2011 a 4:37 PM #

    Io l’ho preso gratis!! E poi 12 euro a pacco x 10 pose non è tanto (abituata alla Impossible..)

    Mi piace

    • holgamydear settembre 21, 2011 a 4:39 PM #

      Sì, non è tanto rispetto all’Impossible, però sono altre pellicole da comprare … 😀 è davvero un tunnel senza fine, questo.

      Mi piace

  4. Beba settembre 21, 2011 a 7:58 PM #

    Questo post fa proprio al caso mio, che giusto stamattina ho ordinato la Diana+F con instant back, grazie per aver condiviso la tua esperienza :-)), ora sono ancora più contenta dell’acquisto fatto.

    Mi piace

  5. jack kerouac settembre 25, 2011 a 1:35 PM #

    forti!!

    Mi piace

  6. Francesca aprile 21, 2013 a 8:07 PM #

    Bello e sopratutto chiaro il tuo post ma ho un problema😱😱😱😱ho l instant back ma ogni volta che scatto si forma come al centro della foto un quadrato scuro ho provato diverse esposizioni e sotto diverse luci e il risultato nn cambia cose questo quadrato nero?!?ti è mai capitato?!?

    Mi piace

    • holgamydear aprile 22, 2013 a 7:37 AM #

      Ciao Francesca, non mi è mai capitato, è la prima volta che usi il dorso? Hai provato a vedere se hai montato tutto nella maniera giusta? Forse potresti aver messo male la lente interna. Se puoi, mandami una scansione di una foto, così posso farmi un’idea di questo quadrato. Fammi sapere! 🙂

      Mi piace

      • Francesca aprile 23, 2013 a 6:44 AM #

        Si prima volta anche io ho pensato a quello ma una volta aperto ho constatato che ho installato tutto correttamente non ho uno scanner ma se mi fai avere l indirizzò email te la mandò in allegato grazie mille x la disponibilita

        Mi piace

  7. Sarì settembre 20, 2013 a 9:44 PM #

    Ciao,ho letto un sacco di recensioni. Ma non capisco cosa sbaglio! Alla 5 istant mini che esce dall’instant back e risulta nera mi è venuta la depressione.
    Ricapitolando per capire bene. Oggi c’era sole pieno. Il sole lo avevo tra l’altro alle spalle. Ho impostato il focus lontano circa un metro dal mio soggetto,messo su n e su sunny. E poi ho pigiato il tasto dietro della istant back ma la foto viene nera. Perché? Cosa sbaglio? Iluminami te che sicuro puoi… Non lasciarmi al… Nero! Cioè devo cliccare il tastino per fare la
    Foto e poi il tasto della istant back? Non ci capisco nulla! Aaaaah help me

    Mi piace

    • holgamydear settembre 21, 2013 a 10:14 AM #

      Ciao Sarì! La foto viene nera perchè non è impressionata! 🙂 Devi premere PRIMA l’otturatore della Diana, come faresti normalmente. POI quello nero dell’instant back! 😉 Fammi sapere!

      Mi piace

      • Massimiliano aprile 14, 2014 a 8:32 AM #

        Ciao Holga! ho da poco ricevuto in regalo una Diana Multi pin hole con istanback compatibile, sapresti consigliarmi come montarla su questa Diana?nelle istruzioni dell’istaback si fa riferimento solo alla diana f e non si trova nulla online su come montare correttamente sulla pin hole l’istaback.
        io ho provato a montarla seguendo il tutorial video qui riportato ma non riesco in nessun modo a mettere la lente aggiuntiva essendo la macchina diversa internamente.
        Grazie in anticipo!

        Mi piace

        • holgamydear aprile 14, 2014 a 8:56 AM #

          Ciao Massimiliano,
          essendo una macchina Pinhole, la lente aggiuntiva non serve! Quindi puoi montare solo il dorso, senza mettere la lente aggiuntiva che hai in dotazione, la quale serve solamente alla Diana F+, cioè quella normale. 😉 Una raccomandazione: le pellicole che usarai, le instax, sono 800 ISO, dunque non c’è bisogno di fare delle esposizioni lunghissime. Ovviamente, dovrai giocarci un po’ per capire bene come funziona. Ricordati di mettere la fotocamera su una superficie solida e di muoverla il meno possibile. Buon divertimento!

          Mi piace

          • massimilianozumbo aprile 14, 2014 a 9:04 AM #

            Un ultima cosa 🙂 , vengo da un passato intenso con La Sardina, che senza il flash tende a fare foto molto scure credi che con la pin hole sia necessario il flash aggiuntivo compatibile della diana? vedevo in alcune tabelle di esposizione che di notte è impossibile e alla luce non naturale ci vogliono tempi di esposizione molto lunghi, il flash potrebbe aiutare? ancora grazie mille :3

            Mi piace

            • holgamydear aprile 14, 2014 a 10:41 AM #

              Beh, con il flash non ci risolvi granchè sulla Diana multi pinhole, perchè la luce durerebbe troppo poco e l’apertura del foro è troppo piccola per poter fare impressionare la pellicola per bene (anche se hai una 800 ISO, che è abbastanza veloce). Puoi fare una prova e vedere cosa succede, magari dando più di una flashata con il pulsantino che è sull’apparecchio. 🙂 Con le pinhole, però, la cosa migliore è fare lunghe esposizioni. E’ un tipo di fotografia che si prende tempi lunghi e un poco di riflessione, ha poco a che fare con le foto fatte con il “punta e scatta” che puoi fare con La Sardina, con la quale puoi catturare momenti senza pensarci troppo. 😉

              Mi piace

Trackbacks/Pingbacks

  1. Diana Multi-pinhole Operator: UN-DUE-TRE PINHOLE! « Holga My Dear - ottobre 18, 2011

    […] Multi-pinhole può trasformarsi anche in una pinhole istantanea con l’Instant back della Diana. Purtroppo, però, la difficoltà sta nel gestire i tempi di esposizione con le […]

    Mi piace

  2. Lomography Earl Grey B&W 100 « Holga My Dear - novembre 29, 2011

    […] alla festa del Campari ai primi di settembre, di cui vi avevo già parlato a proposito dell’instant back della Diana F+. Dopo essersi fatti un po’ di istantanee stupide (…), si sono ripresi dai fumi del […]

    Mi piace

  3. Avere una testolina bacata e una Diana F+ « Holga My Dear - dicembre 5, 2011

    […] la Diana, l’ho subito messa alla prova con il dorso istantaneo, come vi ho raccontato qualche post fa. Il primo tentativo con un 120, invece, è stato un disatro. Ho optato, infatti, per una pellicola […]

    Mi piace

  4. Confronti: Diana o Holga? « Holga My Dear - febbraio 16, 2012

    […] i risultati che si ottengono sono differenti. Con l’instant back della Diana, infatti, avremo istantanee della dimensione di una carta di credito; con quello della Holga, […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: