Confronti: Diana mini o La Sardina?

29 Giu

L’altro giorno mi è stato chiesto questo confronto e mi sono subito messa all’opera. Effettivamente si tratta di confrontare due macchine che possono diventare la scelta del principiante lomografo. Dunque, cosa scegliere tra Diana mini e La Sardina?

Le caratteristiche della Diana Mini, oramai, le conosciamo bene. Si tratta, in soldoni, della sorella minore della Diana+ (sebbene ci sia qualche differenza con quest’ultima). Le caratteristiche, invece, della Sardina le abbiamo viste non appena è uscita fresca fresca sul banco della Lomography.

Le due macchine si presentano come toycamera molto pratiche, dalle dimensioni ridotte, pronte per essere portate sempre ovunque. Inoltre, la semplicità è il loro punto di forza. La Sardina, però, sembra più immediata. Non che la Mini necessiti di grosse attenzioni, ma La Sardina è sicuramente più rapida grazie al suo diframma fisso (f/8) e la messa a fuoco che si riduce a solo due scelte (0,6-1m e 1m-infinito). La Mini, invece, ha due diaframmi (nuvoloso f/8 e soleggiato f/11) e quattro opzioni di messa a fuoco.

Il formato della foto è l’elemento caratterizzante della Mini, si sa. Invece del solito formato standard 24×36 – che ritroviamo nella Sardina – la Mini permette di scegliere tra il cosidetto half-frame 17×24, con il quale si può giocare per comporre fotografie meno banali, e il formato 24×24, che imita, anche se in miniatura, il formato quadrato della sorellona.

formato standard 24x36 - La Sardina

Composizione di due half-frame 17x24 - Diana Mini

Square frame 24x24 - Diana Mini

La lente è invece la caratteristica principale della Sardina. Si tratta di una lente grandangolare di 22mm che dà alle foto un effetto “wide”. La lente della Mini, invece, è una lente 24mm il cui effetto dipende dai formati del fotogramma.

Con entrambe le macchine si possono sperimentare tutte le tecniche lomografiche che conosciamo: multiple esposizioni, cross process, light painting, overlapping, e così via. Entrambe, inoltre, sono dotate di flash colorati tanto divertenti quanto ingombranti.

Al livello del prezzo, sono praticamente equivalenti, con o senza flash.

Dunque, al di là delle considerazioni meramente tecniche, mi sento di consigliare La Sardina a tutti quelli che amano la semplicità, l’immediatezza e che intendono applicare religiosamente la famosa golden rule del “non pensare ma scatta“; consiglierei invece la Mini a tutti quelli che hanno voglia di applicarsi giusto un minimo per capire e imparare.

Tutto sommato, sono entrambe delle macchine molto sfiziose, divertenti e pratiche … per cui, scegliete senza troppi arrovellamenti!

Annunci

39 Risposte to “Confronti: Diana mini o La Sardina?”

  1. Minchioletta giugno 29, 2011 a 11:37 AM #

    Ben fatto 🙂

    Mi piace

  2. fabrizio luglio 1, 2011 a 12:02 PM #

    Brava! Puntuale e Precisina come sempre.
    Una questione personale. Stuzzicato da uno dei tuoi ultimi post, e afflitto da una sindrome ossessivo-compulsiva ho finalmente ordinato sul sito lomography la nuova LC-a W ( ebbene si, non ho resistito ).
    Dovendo però a breve partire per delle splendide vacanze dove contavo di fare delle splendide foto temo che non mi arrivi per tempo. Le spedizioni partono dagli u.s.a.? Se hai esperienza diretta, in quanto tempo ti consegnano la merce? Grazie e a presto

    Mi piace

    • holgamydear luglio 1, 2011 a 3:40 PM #

      Ciao, grazie! 🙂
      Se hai ordinato dallo shop dovrebbe arrivarti entro pochissimo! Io ho fatto un ordine domenica e mi stava per arrivare tutto mercoledì (solo che era il 29 giugno e qui a Roma è festa). Giovedì infatti avevo tutto a casa! Te lo spediscono con il corriere DHL e in media ci mettono 3-4 giorni. 😉

      Mi piace

    • Cecilia luglio 7, 2011 a 9:22 PM #

      Scusate l’intromissione.. in teoria le spedizioni dovrebbero partire da Vienna, o almeno così era per le mie.. buona vacanza 🙂

      Mi piace

  3. fabrizio luglio 4, 2011 a 11:11 AM #

    Grazie mille, allora aspetterò con ansia il corriere

    Mi piace

  4. Fabio luglio 15, 2011 a 9:19 PM #

    Mi sono recentemente avvicinato alla fotografia stenopeica e trovo interesse anche per la Lomografia ma andando sul sito ho trovato una scelta di macchine ed accessori così vasta ed articolata che avrei necessità di un vostro consiglio sul daffarsi. Già il post offre precise indicazioni sulla prima scelta possibile, tra le macchine presentate, ma sentendo parlare con una certa “insistenza” della HOLGA e della LOMO LC-A o successive vi chiedo se siano queste a meritare la scelta, valutandone utilizzo e costo. Nel mentre saluti. Fabio

    Mi piace

  5. Luca luglio 19, 2011 a 8:45 PM #

    Ciao!! Innazitutto complimenti per il blog! L’ho appena scoperto e mi sono incollato a leggere ogni articolo! Sono un principiantissimo della fotografia e vorrei comprare una MiniDiana o una Sardina per cimentarmi col mondo della Lomo. A fine agosto divento papà e penso che sarebbero bellissime le foto del mio bimbo con una Lomo! Ho solo un dubbio che fa capire quanto sono principiante: ho capito che usare pellicole normali ma per ottenere colori ed effetti parti olari non devo necessariamente ricorrere all’x process no? Una volta scattate le foto devo portarle normalmente a sviluppare? Ho letto che qulacuno le sviluppa ma non le stampa e lì ho iniziato a fare confusione… Scusa se mi sono dilungato ma spero che potrai aiutarmi ad entrare in questo coloratissimo mondo! Ciao!

    Mi piace

    • holgamydear luglio 20, 2011 a 7:57 AM #

      Ciao Luca, grazie dei complimenti, mi fanno sempre molto piacere! 🙂

      Allora, l’x-pro sicuramente aiuta moltissimo ad ottenere effetti particolari con colori saturi e accesi, specialmente se usi una diapositiva e la fai sviluppare come una negativa, in C41. Una volta scattate le foto, le porti al laboratorio e gli dici che vorresti lo sviluppo “normale”, cioè quello delle pellicole negative. Niente di più semplice.

      Io, ad esempio, mi faccio sviluppare le pellicole senza chiedere la stampa, perchè a casa ho uno scanner adatto per la digitalizzazione delle foto. Tutto qui. 🙂 Non è necessario avere lo scanner, puoi tranquillamente chiedere la stampa e vedere così le tue foto. Ti avverto, comunque, che i primissimi risultati possono essere deludenti, ma l’importante è non demordere! Per qualsiasi cosa, puoi scrivermi.

      Auguri per la nascita di tuo figlio! 🙂 Che bello un papà lomografo!

      Mi piace

      • Luca luglio 20, 2011 a 9:11 PM #

        Grazie per avermi risposto! E grazie per gli auguri!:-)
        Da quello che ho capito, in genere si ottengono effetti più particolari (che è quello che mi piace) con una pellicola per diapositive sviluppata con l’x-pro. E poi sarebbe anche più comdo digitalizzarle in proprio in quanto non ci sarebbe bisogno neanche di invertire i colori al contrario delle negative, giusto?

        Ora il “problema” è scegliere: Sardina, MiniDiana o Holga? La Holga la comprerei su ebay dalla cina visti i prezzi ma non saprei bene quale modello, la 120 o la 135? Forse però anche una Sardina per iniziare sarebbe più indicata anche per il formato delle foto più tradizionale, anche se il prezzo è meno “da inizio” di una Holga cinese. So che farai fatica anche tu a consigliarmi, ma se ci vuoi provare… grazie mille!:-)

        Mi piace

        • holgamydear luglio 20, 2011 a 9:41 PM #

          Quando scansioni le pellicole con gli scanner appositi, non devi fare nessuna inversione, basta semplicemente acquisire le foto con i programmi in dotazione! Credo che ci farò un articolo presto sul tema “scanner”. 🙂

          Allora, la scelta. Sono tutte ottime e dai costi abbastanza equivalenti: intorno ai 50 euro se prendi la versione standard della Mini o La Sardina. La Holga, invece, se vuoi rimanere nel formato 35mm, ti consiglio la Holga 135BC, che sta intorno ai 40 euro (su ebay). Per il resto, scegli tu in base a quello che hai letto e capito! 🙂 L’importante è cominciare!

          La Holga 120 ti consiglio di prenderla un po’ dopo, giusto il tempo di prendere la mano con la macchina che avrai scelto. Te lo dico perchè nel frattempo ti fai un’idea di cosa vuol dire usare una toycamera, scattare foto a pellicola e provare le tecniche lomografiche.

          Fammi sapere! 🙂

          Mi piace

          • Luca luglio 21, 2011 a 8:30 PM #

            Ok, diciamo che oggi la mia scelta si è ridotta alla MiniDiana o alla Holga135. La Sardina magari è più facile da utilizzare ma non è che mi piaccia molto. Io sarei tentato di prendere la macchina con incluso il flash ma non ho capito se la Holga lo ha… Potrei anche prenderlo in un secondo momento a dire il vero ma magari in casa può tornare utile averlo. La Holga135 sullo shop Lomography è come quella che dicevi tu che si trova su ebay? Perdonami se ti sto facendo l’equivalente di un interrogatorio ma sei così gentile che è difficile non approfittarne!:-)

            Mi piace

            • holgamydear luglio 22, 2011 a 8:23 AM #

              Ciao Luca, allora il flash della Holga 135BC lo puoi trovare sempre su ebay (scrivi “holga 135bc”): o insieme alla macchina oppure a parte. Da quanto vedo, invece, sia sullo shop della Lomography (http://shop.lomography.com/cameras/holga-cameras/holga-135) che su quello italiano (http://www.lomoshop.it/holga35bc.php) la Holga 135BC è venduta senza flash o insieme a quello della Diana; invece su ebay c’è sia la versione senza che quella con il flash e le gelatine colorate. Ti consiglio di prendere la Holga 135″BC”, molto carina e spinge di più sulla vignattatura ai bordi (BC sta per Black Corner):

              http://microsites.lomography.com/holga/family/holga-35mm-black-corner

              Io comunque non ce l’ho questa Holga 135BC ma me ne hanno parlato molto bene. Ultima cosa: le Holga che vendono su ebay sono esattamente le stesse che vendono negli shop ufficiali della Lomography. Ti sarai accorto che su ebay costano di meno, ma le spedizioni ci impiegano almeno 3 settimane, per cui fai conti anche con questa cosa. 🙂

              Con il Flash della Diana Mini è lo stesso discorso. Posso dirti che all’inizio neanche io ce lo avevo, ma poi ho deciso di prenderlo e non me ne sono pentita perchè è veramente utile e divertente da usare con le gelatine colorate e le doppie esposizioni in notturna. 🙂 E poi lo uso anche su tutte le altre macchine che ho, come la LC-A e la Holga 120, ecc.

              Spero di averti chiarito le idee, a questo punto la scelta sta a te! 🙂

              Mi piace

  6. Luca luglio 23, 2011 a 12:43 PM #

    Ciao! Sì direi che le idee me le hai chiarite abbastanza. Grazie! Direi che prendo una Holga135BC su ebay. Perdonami ma non so se faccio spam mettendo un link di ebay, posso postarlo così mi dici se può andare bene l’offerta che ho trovato? Costa 35 euro con il flash. Non è addirittura troppo poco? La vignettatura ai bordi non è controllabile giusto? Giuro che poi non ti stresso più! 😉 buona giornata!!!

    Mi piace

    • holgamydear luglio 23, 2011 a 1:22 PM #

      Ciao Luca, ho dato un’occhiata anche io su ebay, si trovano intorno ai 35 euro le Holga 135BC con il flash ma solo quelle nere. Quelle tutte colorate vengono intorno ai 40, invece. 🙂
      La vignettatura ai bordi non è controllabile, ma è “ben dosata”, se mi passi l’espressione; per cui non ti preoccupare.

      Beh, mi pare che ci siamo, allora! 😉 Poi però mi devi far vedere le foto del bimbo fatte con la Holga, ci conto!

      Mi piace

      • Luca luglio 28, 2011 a 7:31 PM #

        Holga 135 BC presa su ebay con il flash! Per iniziare posso usare qualsiasi pellicola no? Eventualmente hai qualche consiglio, anche sul primo sviluppo?
        Grazie ancora per avermi guidato nella scelta! Appena avrò qualche foto, te le farò vedere! 😉

        Mi piace

        • holgamydear luglio 28, 2011 a 8:38 PM #

          Sì, sì, puoi usare qualsiasi pellicola! Comincia con una pellicola negativa economica 100 o 200 ISO, magari se le trovi vanno bene anche quelle del supermercato (tipo quelle marchiate Coop o Esselunga) oppure le Ferrania Solaris, che costano due soldi e per cominciare vanno benissimo e si sviluppano senza nessun problema. Ricordati che è il primo rullino, quindi non avere grandissime aspettative! 🙂 Se le prime foto sono moscette, tranquillo: ci siamo passati tutti.

          Bene, buon divertimento allora! Aspetto i risultati! 🙂

          Mi piace

  7. Chiara agosto 3, 2011 a 1:45 PM #

    Ciao!
    Vorrei innazitutto farti i complimenti per il blog. Gli articoli sono tutti molto interessanti e ben argomentati. Per chi non padroneggia l’argomento (come me) è a dir poco illuminante.
    Sto pensando al mio primo acquisto e credo di essermi decisa per la Diana mini.
    Ti scrivo per porti principalmente una domanda: il flash fa la differenza o è trascurabile?
    Grazie mille già da ora.
    Chiara

    Mi piace

    • holgamydear agosto 7, 2011 a 3:23 PM #

      Ciao Chiara, perdonami per il ritardo mostruoso con cui ti rispondo ma ero in vacanza! 🙂
      Grazie mille per tutti i complimenti, mi fanno davvero piacere!

      Il flash non fa la differenza se usi principalmente la Mini di giorno. Può essere comunque molto divertente negli scatti in notturna con le gelatine colorate e le doppie esposizioni! Ma è comunque un acquisto che puoi fare in seguito, quando prendi manualità con la macchina! 🙂
      Spero di esserti stata utile!

      Mi piace

  8. Federico settembre 29, 2011 a 12:56 PM #

    ciao! mi chiamo Federico e sono un neofita…
    innanzitutto complimenti per il blog…in questi giorni mi sto documentando e il tuo mi piace parecchio…ho un dubbio…vorrei acquistare una Diana mini o una Holga 120… ma non so quale scegliere…a me piace la possibilità che da la Diana di fare il doppio formato (adoro le foto quadrate!), ma ho letto che tanti hanno difficoltà a far avanzare gli scatti o ad avvolgerlo…mentre della Holga mi spaventa il 120 mm…qui nelle mie zone pochi lo trattano e nn ho intenzione di prendere lo scanner x negativi…Consigli?

    Grazie!

    Mi piace

    • holgamydear settembre 29, 2011 a 2:01 PM #

      Ciao Federico, sono felice che ti piaccia questo blog! 🙂
      Allora, se è la tua primissima toycamera, io ti consiglio la Diana Mini per diversi motivi. Il primo è il formato della pellicola: il 35mm, come dici tu, è più semplice da trovare e sviluppare rispetto al 120. Poi per la praticità: è molto piccola e versatile, ma anche molto divertente perchè puoi cambiare i formati delle foto. La Holga la potrai prendere in seguito, quando ti sentirai più pratico, non ti preoccupare! 🙂

      Allora, il problema della Mini è che di solito è la prima macchina analogica in assoluto di molte persone (anche io!) per cui all’inizio c’è da prendere la mano per montare il rullino, avvolgere la pellicola, ecc ecc. Come dico sempre, l’importante è non forzare troppo, visto che è plastica, seguire bene tutti i video-tutorial per vedere come si fa e piano piano ci si abitua. 🙂 Fammi sapere cosa scegli e come ti trovi!

      Mi piace

      • Federico settembre 29, 2011 a 9:14 PM #

        allora vado ad ordinarla subito! 🙂 Qualcosina di macchine manuali ne so…mi sono un po’ “impratichito” su una petri degli anni ’70…xo’ voglio proprio una toy camera!

        Grazie!

        Mi piace

  9. Melania♥ (@LadyPistacchio) ottobre 24, 2011 a 1:59 PM #

    Ciao!!
    Allora, innanzitutto complimenti per questo bellissimo blog!!
    Sono una ragazza di 18 anni che si è appassionata da poco alla lomografia e sappi che sono anche una super indecisa!! 😄 Dopo aver letto blog, recensioni, confronti, visitato flickr e ebay devo ammettere di essere ancora più confusa?
    Potresti darmi per favore una mano?
    Allora, diciamo che sono orientata per una 135 mm perchè in questo modo non avrei problemi per lo sviluppo in laboratorio; diciamo che cerco qualcosa dal sapore vintage ma allo stesso tempo pratico e semplice da usare!
    Sono indecisa tra una Holga 135 BC, La sardina + flash e la Diana mini (mi piacerebbe una LOMO LC-A ma anche su ebay non trovo niente sotto i 100 euro!)
    Mi faresti un grandissimo favore, non vedo l’ora di entrare a far parte del bellissimo mondo della lomografia!
    Ciao e a presto 🙂

    Mi piace

    • holgamydear ottobre 24, 2011 a 2:25 PM #

      Ciao Melania,
      ti ringrazio tantissimo per i complimenti, mi fanno veramente molto piacere! 🙂

      Allora, la confusione è normale, ci siamo passati tutti! Visto che sei orientata tra quelle scelte e prediligi il gusto “vintage” ti consiglierei o la Holga 135 o la Diana Mini. La Holga perchè tende ad accentuare il vignetting; la Diana per il formato quadrato che imita il 6×6 della Diana grande. 🙂 La Sardina anche è una buona scelta, se ti piace l’obiettivo wide, cioè molto grandangolare.

      Con tutte e tre puoi provare le tecniche lomografiche per eccellenza e sperimentare le multiple espozioni, l’overlapping, il cross-processing e così via. La scelta, quindi, non è così difficile: sono tutte e tra abbastanza simili e ottime per cominciare. Scegli quella che più ti attira e … divertiti!

      Per quanto riguarda la LC-A, ti dico di aspettare un po’ per prendere la mano con la macchina che sceglierai, e poi buttarti su una macchina più “definitiva” come la LC-A. Magari nel frattempo, tieni d’occhio qualche asta e gira qualche mercatino!

      Mi piace

      • holgamydear ottobre 24, 2011 a 2:28 PM #

        Ah, ovviamente, per qualsiasi cosa, chiedi pure!

        Mi piace

        • Melania♥ (@LadyPistacchio) ottobre 24, 2011 a 3:13 PM #

          Grazie mille!! Sei davvero gentilissima!!
          La Holga ha un fascino unico devo proprio ammetterlo!!
          Ma secondo te è meglio prenderla sul Lomo shop o su ebay?
          Non ho mai preso nulla su ebay e non vorrei che arrivasse mezza ammaccata o rovinata!
          Sempre su ebay ho visto un bel pò di accessori per la Holga, come la lente fish-eye (bellissimaaa) e un sacco di lenti-flash colorate!
          Cosa mi consiglieresti? 😀

          Mi piace

          • holgamydear ottobre 24, 2011 a 3:20 PM #

            La Holga su ebay conviene perchè la paghi quasi la metà rispetto allo shop della Lomography. L’unico inconveniente è che ci mette almeno 3 settimane ad arrivare a casa! 🙂 Se non hai troppa troppa fretta …

            Ci sono tantissimi accessori per la Holga e io li ho presi sempre su ebay: filtri colorati, flash, fisheye, lenti tele e wide, le lenti close-up e le macro, ecc … controlla sempre che l’accessorio sia compatibile con la 135, però! 😉 Buoni acquisti!

            [ps: qui lo dico e qui lo nego … sto pensando di provare anche io la Holga 135 BC … magari me la regalo a Natale! 😛 ]

            Mi piace

  10. Melania♥ (@LadyPistacchio) ottobre 24, 2011 a 5:27 PM #

    Per adesso prendo la Holga 135 BC (ho trovato questa http://www.ebay.it/itm/Italy-HOLGA-35mm-Compact-Camera-135BC-135-BC-/120515329293#ht_1369wt_1037 ) però anche la versione color è bellissima, aaah vediamo dai!!
    Sarò felicissima di vedere le foto in caso la prenderai!! 😀
    Per quanto riguarda i filtri non ho visto nulla per la 135 ma darò una controllatina un’altra volta, non c’è fretta!!
    Non vedo l’ora di provarla!
    Grazie mille per i tuoi preziosi consigli!!

    Mi piace

    • holgamydear ottobre 24, 2011 a 5:35 PM #

      Di niente! 🙂 io mi sa che prendo la stessa! Hihihihih! Comunque non preoccuparti, a me è sempre arrivato tutto e sempre in ordine. E poi con paypal dovresti stare tranquilla! 😉

      Mi piace

  11. Melania♥ (@LadyPistacchio) ottobre 25, 2011 a 2:51 PM #

    Davvero? Perfetto!!
    Sì sì ordino con Paypal 😀
    Ah un’ultima cosa: leggendo un tuo articolo sulla Diana mini ho visto questo:

    °multiple esposizioni, ovvero più scatti sulla stessa foto;
    °overlapping, con cui si possono ottenere foto lunghissime semplicemente °sovrapponendo i vari fotogrammi;
    *cross process, una tecnica di sviluppo che rende i colori accesissimi e saturi;
    °light painting, con cui fare divertenti disegni con la luce.

    Queste tecniche posso ottenerle anche con la Holga 135BC che tu sappia?
    Grazie mille 😉

    Mi piace

    • holgamydear ottobre 25, 2011 a 2:56 PM #

      Sì, credo che con la Holga 135BC tu possa sperimentarle tutte quante! 🙂

      Mi piace

  12. gino/bombuzaka febbraio 21, 2012 a 9:04 AM #

    bel confornto non l’avevo letto…e così su due piedi avrei scelto anche io la sardina…aspetto il prossimo confronto!!!
    ciao bella!!!

    Mi piace

    • holgamydear febbraio 21, 2012 a 10:03 AM #

      Contenta che ti sia piaciuto!

      Mi piace

      • mariangela agosto 23, 2012 a 8:00 AM #

        Bene, l’ho fatto…prima ho preso una stupenda Diana Mr.Pink con il suo ingombrantissimo flash, e ieri sera ho capitolato… sardina El Capitan! in metro ridevo come una sciroccata! ..non resistevo più….
        a contribuire sempre i tuoi post, che da un lato aiutano a crescere e dall’altro a impoverirmi…ma va bene così! 🙂

        Mi piace

        • mariangela agosto 23, 2012 a 8:01 AM #

          la marathon, non la capitan…oooops

          Mi piace

          • holgamydear agosto 23, 2012 a 7:22 PM #

            😀 ebbrava Mariangela! La Sardina Marathon è quella verde? E’ la mia preferita!
            Buon divertimento! 😉

            Mi piace

Trackbacks/Pingbacks

  1. La Diana Mini e le stampe in formato quadrato | Holga My Dear - aprile 11, 2013

    […] alla Diana Mini. Più di una volta mi è stato chiesto, specialmente da chi si è trovato a decidere se la Mini potesse diventare o meno la propria compagna di avventure: come vengono le […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: