metti una pinoroid a casa, in un pinhole day di pioggia qualsiasi

27 Apr

Com’è stato il vostro pinhole day, cari amici? Come l’anno scorso, ero partita con tanti progetti, una visita a Roma con lo zaino in spalla, ma il mal tempo e i pellegrini hanno decisamente rovinato i miei piani. Le condizioni atmosferiche quest’anno sembrano essere più clementi in Germania piuttosto che in Italia. Io ovviamente sono tornata a casa ma non mi sono persa d’animo e ho rispolverato la mia carissima Pinoroid DIY, la polaroid istantanea ricavata da una Colorpack III, di cui vi avevo parlato su Frankenphotography qualche anno fa. Ancora quattro scatti erano là ad aspettarmi e una rosa tutta spampanata ha solleticato in me un po’ di voglia di fare. E così, mi sono ingegnata per cercare di (è proprio il caso di dirlo) “cavare un ragno dal buco” per questa giornata!

10325409_687565327977365_2345995716720266506_n

Come ormai sapete, la fotografia stenopeica si basa sul principio della camera oscura, ovvero la luce passa attraverso un minuscolo foro e impressiona la pellicola. Ciò comporta, certamente, che il tempo di esposizione sia molto lungo e avere un cavalletto è la maniera più semplice per evitare le foto mosse. Sono una gran pigrona e da quando l’ho costruita, devo ancora dotare la mia Pinoroid del bullone standard per fissarla alla testa del cavalletto. E niente. In questi casi, una bella pila di libri e riviste è quel che ci vuole.

Sono venuti degli scatti sicuramente poco fantasiosi, ma in qualche maniera romantici. Ne ho ricavato una piccola serie, accostando ad ogni foto il negativo ricavato dalle pellicole peel-apart Fuji FP100C. In scansione ho poi tolto la cornicetta bianca alle foto positive perché secondo me non rendeva molto bene.

Eccole qui, se vi avvicinate, potete sentire l’odore della rosa:

pinholeday2014

3 minuti di esposizione (fuori c’era un po’ più di luce)

pinholeday2014_7

4 minuti di esposizione

pinholeday2014_5

5 minuti di esposizione

pinholeday2014_6

10 minuti di esposizione (ho mosso la rosa in avanti dopo 5 minuti per avere un effetto movimentato. Quindi è voluto!)

Le prime sono sottoesposte, mentre l’ultima un po’ sovraesposta. A mia discolpa, ho calcolato i tempi di esposizione a caso, come al solito. Che divertimento ci sarebbe, altrimenti?!

E voi, cosa avete combinato in questo piovoso Worldwide Pinhole Day? Fatemi sapere nei commenti, sono curiosa!

Annunci

6 Risposte to “metti una pinoroid a casa, in un pinhole day di pioggia qualsiasi”

  1. robert quiet photographer aprile 27, 2014 a 8:31 PM #

    Oramai io lo chiamerei Wet Worldwide Pinhole Day! Sarò sincero, sono stato vittima di una attacco di pigrizia, ho avuto problemi con un pacco di FP3000B scaduto da anni e con foto appiccicate (accidenti, con quel che costano! opps, costavano) ma alla fine qualche cosa ho fatto…domani faccio le scansioni…
    se sei curiosa…a domani!
    robert

    Mi piace

  2. Cagliari Stenopeica aprile 28, 2014 a 5:24 PM #

    Anche qui in Sardegna il rischio pioggia era altissimo ma il maestrale ha spazzato via le nuvole, per fortuna. Sul blog abbiamo raccolto le foto del “dietro le quinte” del workshop e caricato la foto di gruppo! A breve arriveranno le scansioni dei ragazzi che hanno partecipato.

    http://cagliaristenopeica.wordpress.com/

    Mi piace

  3. Ivan Petrovsky aprile 29, 2014 a 1:03 PM #

    L’ho appena vista su pinholeday.. Meraviglia!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: