Libri sulle toycamera: un’altra mia piccola fissazione

10 Gen

Buon anno, gente! Se fossi una blogger seria, non dovrei arrivare a gennaio inoltrato per augurarvi felicità e prosperità per questo 2014 appena cominciato. Ma – visto che non mi smentisco mai – ho tardato un po’. La causa è che mi sono persa nella lettura di alcuni libri ricevuti per Natale e che avevo a casa da qualche tempo. Oggi, infatti, voglio proprio parlarvi di un’altra mia piccola fissazione: i libri di fotografia.

Scan-121015-0019_PS

Avendo studiato filosofia, ho passato anni con il naso sui libri, ma quelli di fotografia sono sempre stati un modo per evadere da testi fitti fitti e complicati. Non che “leggere” un’immagine sia qualcosa di semplice (tutt’altro, direi), ma il mio cervellino bacato si è sempre preso una bella boccata d’aria tutte le volte che mi capitava di aprire un libro dedicato alle fotografie di Atget, Bresson o Erwitt.

Ora che la filosofia l’ho messa da parte, l’idea di leggere dei libri che parlassero di una delle mie passioni mi ha stuzzicato non poco, specialmente da quando ho avuto tra le mani quella che io considero la Bibbia delle toycamera, ovvero: “Plastic Camera, toying with creativity” di Michelle Bates. Un libro scritto con tanto amore nei confronti di un tipo di fotografia che non vuole prendersi sul serio, proprio perché fatta con mezzi semplici ed elementari, come la plastica. Straconsigliato (se ne volete sapere di più, ne avevo parlato qui).

Dopo il libro della Bates è cominciata questa mia insana fissazione verso i libri dedicati a questo tipo di fotografia. Infatti, a Natale ho trovato sotto l’albero il libro di Kevin MeredithFantastic Plastic Cameras“, edizioni Chronicles Books (qui potete vedere anche una video-anteprima). Dello stesso autore possiedo anche “Click!” (titolo originale “Hot Shots”), di cui vi avevo già parlato. Il libro costa tra i 12 e i 15 euro ed è infarcito di immagini e mini recensioni su diverse toycamera di cui ignoravo completamente l’esistenza. L’ho trovato un libro molto interessante e anche introduttivo: nella sezione finale sono spiegati i diversi formati di pellicola, cos’è uno sviluppo invertito e cosa s’intende con diafamma, velocità di scatto e sensibilità ISO.

Ciò che apprezzo di questo autore è la semplicità e l’efficacia con cui riesce a spiegare tecniche che inizialmente possono essere un po’ complicate. Inoltre, grazie a questo libro potrete imparare ad apprezzare la fotografia lo-fi digitale, che in parte mi ha sempre affascinato. Insomma, 175 pagine da divorare con gli occhi, perfette per farsi salire sulla spalla qualche bella scimmietta di nome “Gopro Wide Hero”, “Kalimar Action Shot 16”, “NO.2 Portrait Brownie” e via dicendo. Tuttavia, se volete un libro davvero introduttivo e infarcito di buoni consigli, “Click!” mi pare più indicato.

Un altro libro di cui volevo parlarvi è “Holga, the world through plastic lens“, edito da Lomography. L’autore è Adam Scott, lomografo storico di Londra. L’ho preso quando mi trovavo a Vienna con il prezzo staff. Sono oltre 300 (!) pagine di immagini e testi non sempre utili, a mio avviso. Trovo che i libri Lomography siano a volte un po’ sopra le righe, che puntano alla quantità piuttosto che alla qualità, e di questo ne risente anche questo libricino dal prezzo un po’ esagerato (20 euro). Tuttavia, troverete anche qui una piccola introduzione al funzionamento della fotocamera e una breve storia di com’è nata.

All’interno del libro, oltre alla grandissima quantità di immagini, troverete alcuni trucchi su come modificare la Holga e sulle infinite possibilità creative che questa permette. Ne ho trovati diversi e interessanti e forse avrei aggiunto delle foto esplicative per rendere di più l’idea del tutorial.
Insomma, se siete appassionati della Holga, questo è un libro certamente interessante ma cercate di acquistarlo con lo sconto sullo shop della Lomography (ultimamente sono abbastanza frequenti i ribassi)! Ovviamente, prima di avere questo, il libro della Bates deve essere già sul vostro scaffale.

Dimenticavo: tutti i libri che ho descritto in questo post sono in lingua inglese, ad eccezione di “Click!”, che si trova anche tradotto in italiano (per fortuna!).

Advertisements

19 Risposte to “Libri sulle toycamera: un’altra mia piccola fissazione”

  1. Minchi gennaio 10, 2014 a 6:14 PM #

    Adam Scott :O Mi sa che è lo stesso che ha creato l’applicazione dubble per fare le doppie esposizioni con l’iphone. Scusa l’OT 😀 I libri sembrano veramente interessanti, pur’io ultimamente sto facendo incetta di libri fotografici

    Mi piace

    • holgamydear gennaio 10, 2014 a 6:16 PM #

      Pare che sia uno dei fondatori dello store di Londra! Non credo lavori più per Lomography, tuttavia.
      Sì, questi libri sono davvero carini, ce ne sono altri nella ma wishlist di Amazon! 🙂

      Mi piace

  2. Minchi gennaio 10, 2014 a 6:20 PM #

    Credo che abiti a Barcellona attualmente. La tua ultima frase potrebbe sembrare un velato consiglio ad occhi esperti 😀

    Mi piace

    • holgamydear gennaio 10, 2014 a 6:23 PM #

      ahahah, peccato che nessuno ha il link della mia wishlist. Forse potrei divulgarla a chi di dovere, detto in gergo facebookiano.

      Mi piace

  3. robert quiet photograèher gennaio 10, 2014 a 6:39 PM #

    Anche i libri fotografici creano dipendenza 🙂 Grazie per i consigli e Buon Anno anche a te!
    robert

    Mi piace

  4. Luka7777 gennaio 10, 2014 a 7:17 PM #

    Personalmente penso che ClicK di Kevin Meredith sia una vera “chicca”!
    Non solo per chi ama le piccole fotocamere ma anche per il neofita che si vuole avvicinare alla fotografia.
    Mi “piacque!”:-)

    Mi piace

  5. beweightless gennaio 10, 2014 a 9:40 PM #

    Mi ritrovo in “The Polaroid Book” e “Holga, the world through plastic lens”! Buon anno Silvia!

    Mi piace

    • holgamydear gennaio 10, 2014 a 9:42 PM #

      A te cara! 🙂 The Polaroid Book ce l’ho da tempo, lo so a memoria, credo. Quando deciderò qual è la mia casa, verrà con me.

      Mi piace

  6. maryloudico gennaio 11, 2014 a 11:12 AM #

    *__* ma adesso voglio assolutamente leggerli!
    Grazie per i consigli e ancora tanti auguri di buon anno anche a te!

    Mi piace

  7. {Ludica} gennaio 12, 2014 a 1:10 PM #

    Dovrò procurarmene qualcuno anche io! Quello sulle istantanee che ho preso l’anno scorso mi ha fatta impazzire, e sono sicura che almeno uno sulle toycamera non guasterà! *-*

    Mi piace

  8. ellie gennaio 12, 2014 a 11:05 PM #

    Bellissimo post 🙂
    “Click” l’avevo visto un po’ di tempo fa in libreria, ma ero al verde e a malincuore l’avevo lasciato sullo scaffale. Ora che ho qualche spicciolo in più mi sa che è giunto il momento di tornare a prenderlo (sperando ci sia ancora).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: