La ‘Roid Week e un cavo di scatto remoto DIY da testare

28 Mag

Nella settimana dal 19 al 23 maggio si è tenuta l’annuale ‘Roid Week, una maratona istantanea organizzata su Flickr a cui non avevo mai partecipato prima ma avevo sempre seguito con interesse. Quest’anno, finalmente, ho preso la palla al balzo, visto che era un’ottima occasione per testare il mio nuovo cavo di scatto remoto per la SX-70 fatto in casa. E quindi … perché non sperimentare un po’?

10372250_703693916364506_8048189056171743484_n

L’idea del cavo di scatto remoto per la SX-70 mi è venuta in mente grazie a questo articolo su IA – Instant Addicts e, come forse alcuni di voi ricorderanno, avevo messo la pulce nell’orecchio anche a Francesco di Porncameras! Infatti, era un po’ di tempo che meditavo l’acquisto di un cavo di scatto remoto come questo originale:

Fonte immagini: Shutter Light

Inutile dire che il fai-da-te ha indubbiamente sempre la meglio, anche sul portafoglio. In pratica, si tratta di collegare alla fotocamera un cavo elettrico come può essere quello di una lampadina. Sicuramente il video di Francesco rende l’idea:

Effettivamente, utilizzare una lampadina da avvitare per azionare l’otturatore non è proprio il massimo della comodità e un interruttore avrebbe fatto al caso mio. Così mi sono messa all’opera. Ad essere onesta, io mi sono limitata ad acquistare i materiali per questo progettino decisamente economico; poi ho delegato il lavoro, nell’ordine: al mio ragazzo, a mio padre, al commesso del negozio di elettronica. La mia scusa è sempre quella di avere una laurea inutile in filosofia, devo dire che funziona in queste occasioni.

Tutto quello che occorre è:

  • un cavo elettrico. Nel mio caso ho esagerato un po’ e ho acquistato all’OBI un cavo per cuffie da 5 metri (!!), il cui vantaggio è quello di essere composto da due fili incollati con cui fare cortocircuito
  • un interruttore per lampade, preso sempre all’OBI
  • un contenitore per rullini 35mm
  • taglierino e pinze e tutto quello che serve per questi lavoretti
  • 2 jack minuscoli
  • saldatore, se necessario
  • (uomini)

Dopo di che, se siete delle donnine, raccattate tutto e fate gli occhioni dolci alla vostra metà o al vostro babbo o al commesso del negozio che vi venderà i 2 jack e non preoccupatevi più di nulla. Se invece siete degli ometti che si dilettano con il fai-da-te per fare colpo sulle vostre donnine, dovete prendere il cavo e collegarlo all’interruttore, attraverso i due morsetti. Una volta fatto ciò, per dare all’interruttore la forma di un pulsante, prendete un contenitore di un rullino 35mm, tagliate la plastica con il taglierino sul fondo per infilarvi l’accrocco che avete fatto prima. Poi fate un foro sul tappo per farci passare il cavo e chiudete il contenitore … non sembra un bel pulsante?

Ñ Ñ Ñ

Una chicca è modificare l’interruttore per fare in modo che non faccia il classico “click” dell’accensione; basta eliminare il pezzo giusto.

Poi, a questo punto, collegate all’estremità opposta del cavetto i due minuscoli jack con un saldatore o fatelo fare al garzone di bottega.

Insomma, la costruzione di questo cavo di scatto remoto è stato un vero e proprio lavoro di squadra! Io ci ho messo gli occhioni da cerbiatta e l’idea, il mio ragazzo ha eseguito e inventato il pulsantone. A onor del vero, il mio babbo s’è limitato a portarmi nel negozio di elettronica e a pronunciare questa frase: “buon uomo, a mia figlia servono due jack minuscoli” – il resto lo ha fatto quel signore che si è preso la briga anche di saldarmeli a dovere.

In totale, credo di aver speso intorno ai 7/8 euro.

Bene, ho cercato di spiegare il procedimento nel miglior modo possibile, spero di non aver detto troppe stupidaggini a voi, esperti di cortocircuiti (ma ignorate cosa sia il noumeno. HA!). Date un’occhiata anche a questo post.

Una volta che il cavo è pronto, non resta che collegarlo alla Polaroid attraverso i due foretti di fianco al pulsante rosso. La mia ha funzionato subito e la messa a fuoco con il sonar è davvero velocissima. Ho notato, però, che il cavo non funziona quando è inserito il flash. Non ho idea se questo sia un problema della mia fotocamera oppure sia normale. Se qualcuno ne sa qualcosa, mi faccia sapere!

Ho pensato che la maniera migliore per testare il cavetto fosse sperimentare l’autoritratto o, come si dice oggi, “selfie“. Farsi autoritratti è una pratica per me nuova e complessa, ma che mi affascina. Non è facile stare davanti all’obiettivo e cercare di non mettersi in posa per far finta di essere qualcun altro. Almeno, per me non è così scontato essere se stessi in una foto. Un anno fa ci avevo provato e ho notato che senza cavo di scatto remoto, l’effetto bimbaminkia col braccio che tiene la macchina è assicurato. Non ci credete? Guardate qua (avevo i capelli corti, non vi spaventate!):

PX100 - senza flash

PX70 – senza flash

PX100 - con flash

PX70 – con flash

PX100 - con flash

PX70 – con flash

Con il cavetto il discorso cambia e mi sono sentita, credo, più libera e a mio agio. Per alcuni scatti ho tolto il sonar e ho messo a fuoco stimando dove mi sarei posizionata; dopo aver preparato la macchina, tutto quello che ho fatto è stato scattare con il mitico pulsantone. Ecco a voi, quindi, la mia Roid Week:

Lunedì - PX100 Cool - sonar (tentativo di high key mettendo tutto su lighten)

Lunedì – PX100 Cool – sonar (tentativo di high key mettendo tutto su lighten)

Martedì - PX100 Cool - sonar

Martedì – PX100 Cool – sonar

Mercoledì - TZ Artistic Fade to Black (scaduta nel 2009)  - spellicolata - no sonar

Mercoledì – TZ Artistic Fade to Black (scaduta nel 2009) – spellicolata – no sonar

Giovedì - TZ Artistic Fade to Black (scaduta nel 2009)  - spellicolata - no sonar

Giovedì – TZ Artistic Fade to Black (scaduta nel 2009) – spellicolata – no sonar

Venerdì - TZ Artistic Fade to Black (scaduta nel 2009)  - spellicolata - no sonar

Venerdì – TZ Artistic Fade to Black (scaduta nel 2009) – spellicolata – no sonar

Eh. Vabè, la faccia triste e malinconica mi viene sempre, su quello devo lavorarci. Ma il cavo di scatto remoto è un successone direi! Presto vi parlerò delle bellissime pellicole TZ Artistic Fade to Black.
Alla prossima!

Annunci

16 Risposte to “La ‘Roid Week e un cavo di scatto remoto DIY da testare”

  1. robert quiet photographer maggio 28, 2014 a 2:49 PM #

    Cinque metri di cavo? Grande! Meglio, lungo!
    robert
    PS: anch’io ho partecipate (per la prima volta alla Roid Week!)

    Mi piace

    • holgamydear maggio 28, 2014 a 6:09 PM #

      Vero? Anche io ho pensato che era meglio abbondare! 😉
      Gran bella ‘Roid Week quest’anno, ho visto foto meravigliose su Flickr!

      Mi piace

      • robert quiet photographer maggio 29, 2014 a 10:35 AM #

        Solitamente non frequento Flickr ma visto il forte mood analogico e istant in cui mi trovo quest’anno ho fatto un’eccezione 🙂
        robert

        Mi piace

  2. twtge maggio 28, 2014 a 5:34 PM #

    Oh sti selfie! con quei riccioloni e quegli occhi! Basta ora eh! =P ❤

    Mi piace

  3. Francesco maggio 28, 2014 a 8:51 PM #

    Yeahhhh Ottimo lavoro e grazie per la citazione 😛

    Mi piace

  4. ellie maggio 30, 2014 a 1:33 PM #

    Ma che bell’idea! E le foto poi sono davvero bellissime! L’ultima mi piace in particolar modo 🙂
    Anch’io faccio sempre abbastanza fatica a stare “dall’altra parte dell’obbiettivo”… Ho un po’ il complesso di uscire sempre male.. Ma ci sto lavorando 😀

    Mi piace

  5. {Ludica} giugno 1, 2014 a 5:19 PM #

    Per dire che sono giorni che devo degnarmi di scrivere ‘sto commento, eh.
    Nel corso della Roid Week mi stavo giusto chiedendo come facessi a far sì che gli autoritratti venissero così bene. Ora ho capito *___*
    Prima o poi mi ci metterò – con calma, data la mia indole da bradipo xD

    P.S.: Le Fade to Black! *___* Quanto le ho amate! Ne ho ancora un pacco, che sto conservando per l’autunno ♥

    Mi piace

    • holgamydear giugno 1, 2014 a 5:30 PM #

      Questo cavetto è proprio un asso nella manica per gli autoritratti, non c’è che dire.
      Devo ammettere che con le Fade to Black è nato un amore, sì. Ho ancora 4 scatti e un altro pacco che conserverò gelosamente. In autunno dovrebbero rendere benissimo, infatti! *______*

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: