Getting closer: Holga close-up lens

13 mar

Quante volte mi è capitato di rimanere delusa da una foto completamente sfocata! Adoro i primi piani ma la maggior parte delle toycamera non permettono di avvicinarsi più di tanto al proprio soggetto.

Nel caso della mia amata Holga, infatti, non si può mettere a fuoco a meno di 1 metro. Ora, come risolvere questo problema? Sicuramente con delle close-up lens, come queste:

Kit close-up per Holga

Queste lenti aggiuntive, infatti, modificano la distanza focale della lente aggiungendo diottrie, permettendoci quindi di avvicinarci di più al soggetto! Il Kit close-up per la Holga comprende queste tre lenti:

  • lente close-up +2: 500 mm con messa a fuoco da 50 cm
  • lente close-up +4: 250 mm con messa a fuoco da 25 cm
  • lente close-up +8: 120 mm con messa a fuoco da 12 cm

Come funzionano? Basta semplicemente applicarle davanti all’obiettivo. La cosa importante da ricordare è mettere il fuoco a infinito, aggiungere la close-up, e misurare la distanza del soggetto a seconda della lente che si è scelta.

In teoria, si possono combinare e sommare le varie lenti, aumentando le diottrie e la potenza dell’ottica. In questo modo, ci possiamo avvicinare sempre di più al soggetto; avendo però l’accortezza di mettere la lente più potente vicino all’obiettivo e poi aggiungere le altre, in progressione. Molti sconsigliano questa soluzione a causa della conseguente perdita di qualità dell’immagine, soprattutto sui contrasti.

La soluzione migliore per scatti ancora più ravvicinati sono le lenti aggiuntive macro, che permettono di arrivare fino a 3 cm dal soggetto, delle quali parlerò prossimamente non appena avrò il modo di provarle.

Dovendo mettere a fuoco un soggetto molto vicino, la luce diminuisce notevolmente. Per questo motivo è consigliato usare un flash, meglio se un flash “ad anello” o ringflash che dà una luce più omogena all’immagine. Inoltre, la comodità di questo tipo di flash è notevole, considerando che può essere collegato all’attacco apposito della macchina e che è posizionato intorno all’obiettivo.

Ringflash della Lomography

Ho provato le lenti close-up della Holga facendo dei ritratti molto ravvicinati ai miei amici. L’idea era quella di fare solo primissimi piani alle loro bocche, usando la lente  close-up 120 mm, il flash della Diana, il cavo di scatto per la Holga, il cavalletto e un centimetro che mi aiutasse a prendere bene le misure e avvicinarmi meglio al soggetto.

Per ottenere una luce che illuminasse direttamente la bocca, ho tenuto il flash in mano, vicino l’obiettivo. Ho impostato il diaframma a nuvoloso (f/8) e ho selezionato la posa B in modo tale da aprire l’otturatore con il cavo, sparare il flash premendo il tasto “fire away” che si trova sul lato, e chiudere subito dopo. Per questo motivo, ho scelto una pellicola poco sensibile come la Fuji Pro 160S, per far sì che non si impressionasse nell’intervallo di tempo tra l’apertura dell’otturatore e il flash.

Questi sono i risultati:

Holga 120 GN / close-up lens - Fuji Pro 160S / Pierpaolo "Nonno"

Holga 120 GN / close-up lens - Fuji Pro 160S / Alessandro "Betty"

Holga 120 GN / close-up lens - Fuji Pro 160S / Alessandro "Betty"

Holga 120 GN / close-up lens - Fuji Pro 160S / Carlo "Il Guru"

 

Holga 120 GN / close-up lens - Fuji Pro 160S / Fabiana "La Procuratora"

Holga 120 GN / close-up lens - Fuji Pro 160S / Io "Biondapiccola"

Holga 120 GN / close-up lens - Fuji Pro 160S / Marco "Bellacera"

Holga 120 GN / close-up lens - Fuji Pro 160S / Orso

Le inquadrature non mi sono sempre riuscite. Escluse quelle di Betty, Nonno e Orso, le altre – compresa la mia – sono venute dei ritratti con occhi chiusi, come le fotografie dei tossico-dipendenti (con tanto affetto, eh)!

Il caso di Marco, poi, è emblematico per la profondità di campo di queste lenti. Ho sbagliato il fuoco di pochissimo e la foto è completamente sbagliata. Infatti, uno strumento come il centimetro, almeno per le prime volte, credo sia necessario per poter calcolare bene la distanza (ma forse esagero io?).

Il flash, invece, non mi ha deluso: pensavo che senza quello ad anello non sarebbe venuto niente. Effettivamente, ho dovuto correggere un poco la luminosità in post-produzione, ma mi piacciono molto le ombre. Forse il ringflash è un acquisto che può attendere, per ora.

Se vi ho incuriosito, nelle seguenti pagine potrete trovare altri test e recensioni:

About these ads

9 Risposte to “Getting closer: Holga close-up lens”

  1. Lu marzo 13, 2011 at 7:22 PM #

    ma dai ufff!! le hanno rimesse in commercio?
    poco fa avevo un sacco di punti in scadenza, sai quelli per gli sconti, ecco siccome volevo quelle e non c’erano per non buttare via ho preso i rullini..pero’ ufff =(
    belle foto pero’ =) e bell’articolo come sempre =)
    [io il ringflash ce l'ho =P]

    • holgamydear marzo 13, 2011 at 9:08 PM #

      Io le ho prese su Fourcornerstore ( http://www.fourcornerstore.com/ ) a Natale, mi pare di averle pagate 10 dollari, prendendo un sacco di roba che devo ancora provare, come le macro.
      Io te le consiglio, le ho trovate molto divertenti e non vedo l’ora di usarle di nuovo.
      Il ringflash forse lo prenderò ma in futuro!
      Grazie per la visita!

  2. Fl:ckrnauta marzo 14, 2011 at 8:16 PM #

    Quelle con gli occhi chiusi sono troppo belle!
    Interessante…

Trackbacks/Pingbacks

  1. Getting closer and closer: Holga macro lens « Holga My Dear - giugno 15, 2011

    [...] fa vi avevo parlato delle lenti close-up per la Holga. Ricordate? Vi avevo detto che queste lenti aggiuntive non fanno altro che sommare diottrie [...]

  2. Oh, oh, oh, oh! Merry Holga-x’mas! « Holga My Dear - dicembre 17, 2011

    [...] fatto qualche giorno fa, ispirata dal clima delle feste. Ho pensato: ma se usassi le lenti macro e close-up sulla [...]

  3. Shy Santa, ovvero: mettere le lenti close-up sulla Polaroid 600 « Holga My Dear - dicembre 27, 2012

    [...] è una macchina con alcuni limiti, specialmente per la messa a fuoco. Ho pensato: ora ci metto le lenti close-up della Holga e vediamo cosa succede. E così ho [...]

  4. Trust me – nuovo video con la Lomokino | Holga My Dear - dicembre 20, 2013

    […] con la Lomokino, realizzata sempre con la stessa tecnica, ovvero in stop-motion e con una Lente Close-up 12 cm della Holga posizionata davanti all’obiettivo con un po’ di nastro […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.677 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: